Adotta una palma

Un antico proverbio arabo sostiene che“non mangia datteri chi semina datteri”.

Secondo questo modo di dire, chi decide di piantare palme da dattero assicura il guadagno alle generazioni future, in quanto la pianta fruttifica solo 100 anni dopo la semina, ma non è propriamente così.

La palma da dattero comincia a fruttificare a partire dal terzo anno d'età e può vivere oltre i trecento anni arrivando a produrre, nelle annate migliori, fino a cinquanta chili di datteri.

La Palma da dattero rappresenta il luogo caratteristico delle oasi. E’ presente oltre che in Africa ed in Asia anche in Italia settentrionale, dove viene spesso usata come ornamento.

Le piantagioni si riconoscono a causa del loro tronco slanciato, alto sino a 30 metri. Le foglie della palma possono raggiungere i 6 metri di estensione. I frutti della palma si trovano riuniti in grappoli che possono raggiungere un metro di estensione. Caratteristici per il loro colore arancione che tendono al marrone quando diventano maturi. Infine, il seme del dattero ha consistenza legnosa.

Questa pianta cresce nelle zone a clima mite ed è sensibile al freddo. In periodo di maturazione dei frutti il clima deve raggiungere i 40 gradi e deve essere povero di umidità, questo permette di ricavare la consistenza zuccherina del dattero. Il terreno di coltura deve essere fertile e deve contenere molta acqua.

L’impollinazione della palma da dattero è necessaria per produrre i frutti; può avvenire mediante gli insetti, mediante il vento oppure artificialmente. Inoltre esistono più varietà di palma da dattero, cioè a frutti molli, semimolli e secchi; catalogati in ordine discendente di succosità e pregio.

La tecnica più usata per coltivare la palma da dattero è la propagazione dei polloni. Questi ultimi vengono messi nel terreno di coltura, subito oppure dopo un anno di fermo nel vivaio; i primi frutti, succosi e zuccherini, saranno prodotti il settimo anno.

La raccolta del dattero si svolge tra settembre e ottobre, i coltivatori salgono sui tronchi o a piedi nudi, o aiutati da scale, e con un processo del tutto manuale lasciano cadere i frutti maturi. Mentre verso fine ottobre, quando la stagione di raccolta è quasi al termine si tagliano direttamente da terra i grappoli contenenti i frutti rimanenti.

Quando viene seccato il piccolo frutto si conserva a lungo e con facilità, è possibile mangiarlo tutti i giorni dell’anno, basta conservarlo in un luogo fresco ed asciutto.

Se vuoi puoi adottare o comprare una palma presso un'oasi in Mauritania. Con il tuo contributo potremo aiutare una famiglia locale e quando inizierà a produrre frutti... potrai venire ad assaggiarli personalmente!

46788560002_a913714695_k.jpg

Adotta una palma!

€ 19,90

46788560002_a913714695_k.jpg

Compra una palma!

€ 50,00